Elenco centri di riferimento per il trattamento delle neoplasie endocrine multiple

Centro di Riferimento Regionale Tumori Endocrini Ereditari

Responsabile: Dr.ssa Federica Cioppi
Azienda Ospedaliera Universitaria Careggi (AOUC) Largo Palagi 1, 50139  Firenze.
SOD Malattie del Metabolismo Minerale ed Osseo. Direttore: Dr.ssa Laura Masi
Tel reparto: 055-7948021 – Tel stanza medici: 055-7948087
E-mail: cioppif@aou-careggi.toscana.it; federica.cioppi@virgilio.it

Il Centro di Riferimento Tumori Endocrini Ereditari (TEE) della Regione Toscana si occupa della diagnostica genetica, clinica e dello specifico follow up di pazienti affetti da sindrome MEN1 e 2, raccoglie i dati clinico-epidemiologici inserendoli in un registro dedicato (Registro Malattie Rare Regione Toscana), rilascia il codice di esenzione specifico per patologia (RCG162) ai pazienti inseriti nel Registro,  promuove l’educazione su tali patologie attraverso la diffusione di materiale divulgativo, anche grazie alla collaborazione costante con l’associazione AIMEN. I casi ad oggi segnalati e seguiti dal Centro superano le 600 unità. Per ciascuna delle due sindromi è stato creato uno specifico percorso diagnostico-terapeutico (PDTA) approvato dalla regione Toscana, in cui sono coinvolte tutte le figure specialistiche nella diagnosi e cura delle MEN, con la massima esperienza nel settore, in modo da offrire al paziente, proveniente da tutte le parti di Italia,  le migliori opportunità di cure mediche e chirurgiche.

Gli appuntamenti di visita Endocrinologica per MEN 1 o 2 sono prenotabili contattando:
Aiuto Point Careggi: 055 7948152
Reparto Metabolismo Osseo: 055 794802

 

CENTRI DI RIFERIMENTO

BOLOGNA

Centro per la “Diagnosi e cura dei tumori neuroendocrini del tratto gastroenteropancreatico e delle Sindromi MEN”

Responsabile: dott. Davide Campana Dipartimento di Medicina Interna e Gastroenterologia dell’Università degli Studi di Bologna

Unità Operativa di Medicina Interna diretta dal Prof. R. Corinaldesi Policlinico S. Orsola – Malpighi, Padiglione 5 Via Massarenti, 9 – 40138 Bologna Tel./Fax. 051/6364186

Il Centro si occupa della gestione clinica dei pazienti affetti da Sindromi MEN, che vengono seguiti lungo l’intero percorso diagnostico-terapeutico, che va dalla diagnosi molecolare alle indagini biochimiche, radiologiche, endoscopiche e scintigrafiche. Il Centro è collegato nell’ambito del Policlinico alla Anatomia Patologica, nella persona della Dott.ssa Donatella Santini, e alla Chirurgia del Prof. Domenico Marrano, entrambi da anni dedicati alla patologia neuroendocrina, sporadica e MEN, con grande esperienza nel Settore.

MILANO

Responsabile: Dr.ssa Paola Loli  Ambulatorio di Endocrinologia – Clinica San Carlo – Paderno Dugnano MI email: paolettaloli@gmail.com

PISA

Università degli studi di Pisa

Endocrinologia e malattie Metaboliche Prof.ssa Rossella Elisei Azienda Ospedaliero-Universitaria Via Roma 67 – PISA Tel. 050/995120 fax. 050/578772 e-mail rossella.elisei@med.unipi.it

Il reparto, che è nello Stabilimento di Cisanello, si occupa in particolar modo delle malattie endocrinologiche, quali malattie della tiroide, oftalmopatia basedowiana, obesità, malattie delle paratiroidi, osteoporosi, malattie metaboliche dell’osso, malattie del surrene, patologia endocrina dell’adolescenza. Il reparto è Centro per la prevenzione e per la cura del gozzo, Centro per lo screening dell’Ipotiroidismo Congenito, Centro Regionale di Riferimento Interdisciplinare per la Diagnosi e Trattamento delle Malattie della Tiroide, Centro Interdisciplinare per la Diagnosi e Trattamento dell’Osteoporosi e delle Malattie Metaboliche dell’Osso e Centro Interdisciplinare per la Diagnosi e Trattamento dell’Obesità e dei Disturbi del Comportamento Alimentare.

GENOVA

Responsabili prof. Diego Ferone, prof.ssa Manuela Albertelli 

Ambulatorio multidisciplinare per pazienti con Tumori Neuroendocrini, HCP Endo-ERN ed EURACAN.
Clinica Endocrinologica, padiglione 18 (primo piano), IRCCS Policlinico San Martino, Università di Genova,
viale Benedetto XV, 7 – 16129 Genova
Tel. 0105555170, email: giuseppina.cosulich@unige.it

BRESCIA

Cattedra di Endocrinologia Università degli Studi di Brescia

Prof. Andrea Giustina Struttura Ambulatoriale di endocrinologia Via Biseo 17 – A.O. Spedali Civili di Brescia 25123 Brescia tel. 030.3996520 – 033.3995731 segretaria: Manuela Rossini orari: dalle 9 alle 13 dal lunedi al venerdi e-mail: andrea.giustina@libero.it

La struttura di Endocrinologia dell’A.O. Spedali Civili di Brescia svolge attività di valutazione, diagnosi e trattamento di tutti i pazienti affetti da patologie endocrine, metaboliche e del metabolismo osseo. Presso l’U.O. Radiologia 2 ha sede il Centro Radiologico Endocrinologico dell’Osteoporosi (C.R.E.O.). Sono inoltre offerti ai pazienti un Centro dedicato in particolare alle malattie ipotalamo – ipofisarie a riconoscimento regionale con attivo un servizio di diagnostica con test farmacologici dinamici (P.O. di Montichiari), un ambulatorio per le malattie della tiroide, un ambulatorio dedicato alle forme di osteoporosi severa con disponibilità di accesso alle terapie infusive antiosteoporotiche (P.O. Montichiari) e riconoscimento regionale come Centro di Riferimento per le terapie anaboliche.

PADOVA

Istituto Oncologico Veneto di Padova
Tumori Ereditari
Responsabile: Dr.ssa Stefania Zovato

– Segreteria di Padova – Direzione e Ambulatori – Edificio Radioterapia, Via Giustiniani 2 35128 Padova – 049.8215503
– Segreteria di Castelfranco Veneto (TV) – Ambulatori – Via dei Carpani 16/Z                                31033 Castelfranco veneto Treviso – 0423.421305
– e-mail: segreteria.cfc@iov.veneto.it

Per dare attenzione e sostegno ai pazienti con tumori ereditari e alle persone con un rischio elevato di svilupparli, lo IOV ha creato l’unità Tumori ereditari.
L’unità Tumori ereditari segue il paziente passo dopo passo, dalla consulenza genetica oncologica all’eventuale analisi del DNA, fino alla messa in atto di procedure diagnostiche, preventive e terapeutiche personalizzate. Per garantire un approccio multidisciplinare alle diverse patologie, nella struttura operano endocrinologi, oncologi, genetisti e chirurghi.
Ai pazienti affetti da tumori eredo-familiari e alle persone con sospetta predisposizione familiare allo sviluppo di tumori è offerta una consulenza genetica oncologica effettuata da un genetista affiancato da un oncologo o da un esperto specialista della patologia in esame.
Chi si sottopone alla consulenza viene invitato a fornire dati sulla propria famiglia e malattia. Sulla base di queste informazioni il genetista valuta se sia necessario eseguire un test genetico. La decisione di sottoporsi al test o rifiutarlo dev’essere compiuta in maniera autonoma e consapevole, e comunque solo dopo aver firmato l’apposito consenso. Per aiutare nella scelta, i medici dell’unità Tumori ereditari forniscono tutte le informazioni disponibili:

  • sulla malattia e/o sul rischio di svilupparla
  • sul test genetico e i suoi limiti
  • sul rischio di malattia in base al risultato del test
  • sulle possibilità preventive e/o terapeutiche disponibili

Dimostrare che la predisposizione allo sviluppo di un tumore è ereditaria d’un grande vantaggio nel saper prevedere l’evoluzione della malattia nel soggetto che ne è affetto e nell’azzerare o ridurre il rischio di tumore nei parenti predisposti, stabilendo per questi ultimi il programma di sorveglianza più appropriato. 

ROMA

Unità di Endocrinologia, Dipartimento di Medicina Clinica e Molecolare, Ospedale Sant’Andrea
Università Sapienza di Roma
Via di Grottarossa 1038
00189 – Roma – Italia

Responsabile: Prof. Faggiano Antongiulio

E-mail  andrologia.endocrinologia@ospedalesantandrea.it; afaggiano@ospedalesantandrea.it
Telefono: 06 33775248

Unità multidisciplinare integrata per la gestione diagnostico-terapeutica dei tumori neuroendocrini. La task force – nata nel 2016, riunisce funzionalmente tutte le Unità Operative (semplici, complesse e dipartimentali) coinvolte nella diagnosi e cura dei tumori neuroendocrini. Queste Unità si sono consolidate negli anni, diventando strutture di riferimento a livello regionale e nazionale assicurando la multidisciplinarietà dell’assistenza e garantendo ai pazienti affetti da tumore neuroendocrino un percorso completo, integrato e semplificato.